Crea sito

Articoli Recenti

Pallone, Serie A

Lo spettacolo raro della settima giornata

di Crampi Sportivi

BEST11giornata7-1

La settima giornata è stata una di quelle giornata da ricordare ai vostri amici piagnoni la prossima volta in cui diranno che la Serie A fa schifo. Valanghe di gol, valanghe di emozioni, partite di biliardino più che di calcio, squadre che invece di annullarsi si sommano.

Cosa chiedere di più? Tant’è vero che oltre alla classica formazione con i migliori undici abbiamo scelto di farne una seconda, con altri undici premi della critica, ricca di giocatori andati comunque in gol ma anche di giocatori, come Krafth del Bologna, che hanno perso ma giocato comunque bene.

Perciò ecco a voi la seconda miglior formazione della giornata secondo Crampi Sportivi.

BEST11giornata7-2

Per inciso, la prima formazione colleziona un totale di 9 gol fatti e uno solo subito.

Per un dissing costruttivo

di Alessandro Fabi

Si deve a Clementino un recente riutilizzo dei nomi di giocatori a puro scopo di esercizio . L’esercizio in questione è il seguente.

Con questa operazione, il Maccaro ha il merito di aver riesumato un divertente gioco dell’infanzia che da sempre alimenta, con anagrammi, acrostici e simili, il lato ludico dell’istruzione: basterà “Eschilo, che qui si Sofocle, attenzione alle scale Euripide”!
Prendendo spunto dalla prova di Clementino (perle: dal “Nedvèd nisciun’” al capolavoro “non Zidann’ testate nel petto ai bambini Niccoli”), proviamo qui a riproporre lo stesso in prosa. Non siamo a livelli di manualistica né di vera e propria didattica; forse siamo al punto in cui gli mcs italiani possono essere utilizzati come gli autori su cui svolgere analisi logica in modo accattivante. A corredo, la formula delle unità di misura: Watt a Faraday Ampere de Volt Intel Coulomb!
[Criteri: 1) la grafia non è vincolante: si cerca di far prevalere quando possibile il criterio della concordanza (p.es. Cacciatore Sardo > Bacca Acerbi); in alternativa gioco fonico (p.es. “farsi le Perisic”); 2) per i giocatori con due nomi (p.es. Juan Jesus), il secondo varrà come cognome. Fanno eccezione casi alla “Raggio Garibaldi”, troppo preziosi per non avere valore doppio; 3) da evitare giochi di parole forzati (p.es. “un nodo in Ghoulam”), ma licenza di sperimentare con nomi suggestivi (p.es. Cabezas); 4) le scuse per alcune scelte discutibili (p.es. “La Isla Ionita” / “l’Obi più gettonato”) sono preventive].

MIL-SAS (Uno strano incontro)
L’Abate si presenta con tanto di Paletta in mano: ci chiede se siamo Romagnoli; noi, ridendo, rispondiamo che siamo appena arrivati dalla Calabria (non Poli opposti, ma quasi). Sull’Honda della delusione, il prelato si consola con una Bacca. Dimentica, però, uno dei Consigli essenziali: verificare, prima, che i frutti non siano Acerbi! Giornata no: il prelato scuote i Ricci, contrariato. Sulla via del ritorno, ripete la parabola Dell’Orco che cade privo di Sensi .

PES-CHI (Lo sparo)
Stavamo giusto guardando “Il paziente Inglese” (film di colpi Gobbi, in sostanza), quando sentimmo lo sparo del Cacciatore. Lo spavento ci fece dimenticare i Gamberini Aquilani in forno: ammetterlo, confesso, mi Costa. A quel punto iniziammo a sospettare del Sorrentino, ma anche del Sardo (e non chiamateli Caprari!), manco fosse un’orazione contro Verre. Non sapemmo mai chi fosse stato: davvero Bizzarri, questi eventi.

ROM-INT (La foto-ricordo)
Quella sera sembravi Jesus de “Il Grande Lebowski”, eri il migliore della Szczesny. Io, invece, ricordavo un po’ Fazio, il presentatore. In disparte, contro la Paredes, si intravede lei, con quel suo viso da Ranocchia e quei commenti sempre fuori posto (“come un Melo tra Icardi” cit.; i più cattivi la chiamavano “il Dzeko”). E di Mario? Beh, neanche allora era un Santon; con le Perisic ha iniziato poco dopo.

BOL-GEN (Incontro fortuito)
La donna rovescia sulla Maietta della maionese (marca Krafth, senza dubbio); il tizio (noto Oikonomou impiegato alla Fondazione Masina: è l’ex braccio Destro della signora Fellini) la fulmina con i suoi occhi Verdi. Lamanna dal cielo, per loro, è stata trovarsi proprio quando erano ad un Brivio.

CAG-CRO (Il maschilista in berlina)
Pedro ha tagliato la Cordaz, spietato, mentre il cd mandava “La Isla Ionita”. Ora, non voglio fare il Palladino Di Gennaro , ma che ti aspettavi? Ha sempre fatto Festa, è uno che alza i Tonev e se ti acchiappa finisci in Barella. E che sbruffone! Quando Martella sull’acceleratore, quella Ferrari Trotta parecchio.

EMP-JUV (Dopo la puntata di Masterchef Junior 14)
Andiamoci Pjanic, sono Cosic serie . Che quei Pugliesi si proclamino inventori del Maccarone-Cuadrado-senza-Buchel non mi pare un fatto da sbandierare in Pjaca! Che Costa riconoscere che è solo una trovata, per giunta da Buffon, in Barba alla provenienza? Khedira? Mi pare più che altro una Croce.

ATA-NAP (Hangover pesissimo)
Nonostante la brezza di Maggio, i Grassi bagordi di ieri sera sono palpabili: mi duole la Cabezas , mentre noto uno Stendardo (campagna elettorale dell’Insigne vice-sindaco, scopriremo poi) incastrato sullo Sportiello della Caldara. Dramè e me faccio i Conti della serata: ho speso quasi due Milik .

SAM-PAL (Zapping)
L’Albero Azzurro monopolizza il primo canale: Dodò, quell’essere a metà tra un Palombo e una Quagliarella, sta pontificando. Sul 2 è pure peggio: la Bouy (che non è mai stata una Regini, non ci sono Gazzi) piange nella Sala d’attesa di un ospedale. Mi fermo su una televendita: trattano Diamanti che sembrano Schick, ma non ci crede nessuno. Quaison mi viene un Embalo quando rivedo il cartone di Gatto Silvestre.

UDI-LAZ (Adolescenza problematica a.k.a. ricordi di una madre)
Ormai non ci Badu quasi più, è un ricordo diventato Wague. Per soffrire mi Basta ripensare alla sua ossessione per quella Biglia: la fissava fermo, Immobile e senza dire una Parolo, se non di Radu. Ricordo poi quando picchiò l’Evangelista, che stava solo tessendo le Lodi di uno stile lontano dai peccati della Karnezis.

TOR-FIO
Nella Valdifiori si coopera con gioia e si Vives alla giornata: i due Moretti si occupano dell’Acquah, Cristoforo, dalla sua, è il mago della Padelli . A volte, la ragazza Castan ti viene Vecino canticchiando Piece of my Hart. Rifiutano gli Hagi e la Chiesa, tradizionale, ma non l’uso di internet: l’Obi più gettonato consiste nel cercare passaggi su Babacar, poiché la guida di mezzi a motore è proibita.

I migliori gol

Una punizione senza senso di Stoian, terzino del Crotone.

Il primo gol in serie A del giovane Manuel Locatelli, che bagna l’esordio con questo colpo di mazzafionda.

A cura di Simone Vacatello e Alessandro Fabi

Crampi Sportivi

Lo sport raccontato dal divano, Zinedine Zidane e Dennis Rodman a cena dal professor Heidegger.

Latest posts by Crampi Sportivi (see all)

Crampi Sportivi

Lo sport raccontato dal divano, Zinedine Zidane e Dennis Rodman a cena dal professor Heidegger.